Introduzione

  • I termini “droghe sintetiche”, “droghe ricreative”, “club drugs”, “nuove droghe” e simili vanno considerati sinonimi. Si riferiscono sovente alle sostanze consumate nel quadro di feste, party, serate in discoteca e simili. Le rispettive definizioni sono approssimative o limitate e, talvolta, coincidono solo in parte. Consci di questo problema, in questo sito abbiamo preferito parlare di “droghe sintetiche”, termine che ci sembra il più adatto per riassumere tutti gli altri.
  • Alcuni di questi termini possono essere fuorvianti, poiché queste sostanze sono anche consumate in contesti che nulla hanno a che vedere con feste o occasioni ricreative.
  • Non tutte le “droghe sintetiche” sono illegali.
  • Nonostante il consumo di queste sostanze sia largamente diffuso, soprattutto tra chi frequenta certi tipi di feste musicali, le intossicazioni gravi sembrano essere un fenomeno molto raro.
  • Di recente sono apparse sostanze psicoattive sintetiche, le cosiddette “droghe legali” (“legal high” o “research chemical”), i cui effetti sono analoghi a quelli di composti chimici già noti e illegali. Si tratta sovente di sottoprodotti della ricerca farmaceutica o di composti sconosciuti che, in parte, non sono ancora stati attentamente analizzati in un quadro clinico.
  • Le droghe sintetiche possono avere effetti assai diversi. Non tutte inducono una dipendenza ai sensi dell’ICD-10, con le sue manifestazioni tipiche (aumento progressivo del dosaggio, assuefazione, sintomi provocati dall’astinenza e così via). Pertanto, nel caso delle droghe sintetiche si parla soprattutto di “abuso” o “consumo dannoso”.
  • Come tutte le sostanze psicotrope, anche le droghe sintetiche comportano dei rischi. Il consumatore deve esserne a conoscenza, per limitare il più possibile gli eventuali danni psicofisici.
  • Le conseguenze che può comportare il consumo prolungato e a dosi massicce di queste sostanze non sono ancora note.
  • Le droghe sintetiche vendute sul mercato nero o “grigio” possono inoltre contenere componenti ignoti oppure una quantità eccessiva di principio attivo, con i rischi che ciò comporta. Un pericolo analogo a quello constatato per altre sostanze (canapa, cocaina o eroina).

Obiettivi

  • Trasmettere informazioni di base sui diversi gruppi di sostanze.
  • Indicare le regole per un consumo sicuro (“safer use”).
  • Indicare gli interventi di primo soccorso che possono rivelarsi necessari.

Metodo

 

Impressum