Astinenza o gioco controllato

  • In linea generale, un approccio terapeutico orientato esclusivamente all’astinenza è promettente.
  • Se l’astinenza è impossibile, in singoli casi l’obiettivo può limitarsi a un «gioco controllato», al fine di contenere i danni.
  • Instaurare un regime di «gioco controllato» può motivare la persona a sottoporsi, in un secondo tempo, a una terapia specifica per il suo disturbo. In merito rimandiamo anche alla scheda sul colloquio motivazionale.
  • Per una bibliografia di approfondimento, cfr. questo articolo (in tedesco) dell’Accademia bavarese per le questioni di dipendenza.

 

Impressum